CITRUS

Arancia a polpa rossa

Le arance a polpa rossa sono un prodotto esclusivo a livello mondiale e rappresentano meno del 1,5% della produzione mondiale di arance. L’esclusività delle arance a polpa rossa deriva dal particolare microclima esistente in alcune zone vocate delle province di Catania, Siracusa, Enna e Ragusa, in cui forti escursioni termiche giornaliere nel periodo invernale, da alcuni attribuite alla presenza dell’Etna, favoriscono la maturazione e la pigmentazione delle cultivar d’arancia rossa (moro, tarocco e sanguinello). L’alta qualità delle arance a polpa rossa e dei suoi succhi rispetto alle arance bionde di produzione mondiale li rende prodotti adatti ad innalzare la qualità della vita dei consumatori attraverso l’alimentazione. La qualità di questi prodotti è data da diversi fattori: l’alto contenuto di vitamina C, la fragranza, il gusto, la lieve acidità e gli aromi che li differenziano dai prodotti biondi che appaiono al paragone piatti e senza gusto; la facilità di pelatura e spicchiatura del frutto allo stato fresco ne favorisce l’uso da parte di diverse fasce di consumatori (scolari, lavoratori, utenti di fast-food, etc.), che mostrano carenze nel consumo di prodotti naturali e di frutta allo stato fresco; la presenza di alcune sostanze quali antocianine, vitamine flavanoidi, terpeni, betacarotene, incidono positivamente sul benessere dei consumatori essendone ampiamente riconosciute le funzioni antiossidanti e di stimolazione del sistema immunitario umano.

Moro

Periodo di maturazione: Dicembre/Febbraio
Varietà che matura da dicembre a febbraio, è l’arancia rossa solitamente più intensa, le sue tinte purpuree possono arrivare quasi sino al nero per quanto sono scure.
Probabilmente questa importante cultivar di arancia a polpa rossa ha avuto origine nell’ambito dell’agrumicoltura del Lentinese…

> continua

Tarocco

Periodo di maturazione: Dicembre/Maggio
L’arancia rossa più diffusa negli agrumeti siciliani, matura tra dicembre e maggio. Vede crescere la propria fama dopo la seconda guerra mondiale, in seguito al successo commerciale riscosso e al ridimensionamento di cultivar non pregiate sia pigmentate che bionde. I frutti hanno colore arancio…

> continua

Sanguinello

Periodo di maturazione: Marzo/Maggio
È una Cultivar siciliana di origine sconosciuta; presente da lungo tempo nelle aree arancicole delle province di Siracusa e Catania. La sua importanza nell’economia agrumicola italiana è notevole, perchè rappresenta la più importante cultivar italiana di media stagione che, dopo il “Moro” e il “Tarocco”…

> continua

Newhall

Sono arance che presentano, come il Washington Navel, all’apice un secondo e più piccolo frutto in formazione. Sono un cultivar precoce di origine spagnola. I frutti hanno una pezzatura grossa, forma sferica o leggermente oblunga e colore arancio marcato quasi tendente al rosso. …

> continua

Valencia

Il cultivar forse più diffuso al mondo. I frutti hanno una pezzatura medio-grande, forma sferica o leggermente oblunga e colore arancio. In qualche caso possono rinverdire. La buccia è di grana media o media-fine, di spessore medio. La polpa, priva o quasi di semi, ha una elevata resa…

> continua

Femminello e Monochello

La sua origine non è nota. È probabile che si tratti di una delle prime introduzioni di limone effettuate in Sicilia, dato che la “Femminello” si trova diffusa in tutta l’Isola. Il frutto è molto variabile per dimensione, forma, spessore della buccia, finezza dell’epicarpo, numero di semi, percentuale …

> continua

Avana e Tardivo

Col termine di mandarini si designa un eterogeneo gruppo di agrumi. La diffusione dei mandarini nel mondo è molto ampia e nell’area del Mediterraneo si coltivano principalmente le varietà Avana e Tardivo. In Italia, i poli di maggiore coltivazione si trovano lungo l’asse Palermo-Misilmeri e in…

> continua

Bianco e rosa

ll pompelmo è forse l’unico agrume che non ha origine asiatica, ma deriva dalle Antille. I frutti sono più grandi dell’arancio e in Sicilia sono presenti delle piccole coltivazioni che permettono alla Ortogel…

> continua

Clementina, nova e talco

Agrumi dolcissimi caratterizzato da una buccia sottile e da una quasi totale assenza di semi. La Clementina è nata dall’incrocio del mandarino con l’arancia, il Nova invece è un incrocio tra il Tangelo Orlando e la Clementina comune.